Come aumentare l’efficacia delle tue email attraverso la segmentazione?

Con la Segmentation Mail selezioni il tuo pubblico, in gergo più tecnico “lo segmenti”, e raggiungi il risultato desiderato: aumentare le vendite e il trust verso la tua azienda. Come farla? Continua a leggere, te lo sveleremo in questo articolo.

Per prima cosa, devi porti queste semplici domande:

  • Riteni che i contatti del tuo database siano tutti uguali?
  • Pensi che i tuoi contatti reagiscono allo stesso modo, quando invii una comunicazione?
  • Consideri che gli indirizzi e-mail in tuo possesso siano un unico grande blocco indistinto?

Se la risposta che daresti a queste domande è no, allora sei pronto per apprendere i principi della segmentation mail.

Cosa si intende per segmentazione mail?

Quando esegui questa operazione, dividi i tuoi contatti in base a dei criteri specifici. L’operazione di segmentazione ti permette di assegnare delle etichette distintive ai tuoi contatti, cioè di aggrupparli in base a delle comuni caratteristiche.

Ma perchè è così importante, creare questa forma di suddivisione?

Poichè ti consente di inviare le tue comunicazioni in maniera mirata. Come risultato ottieni l’aumento del tasso di consegna e diminuisci l’invio di mail inutili. Proprio così, dato che l’utente di solito è già interessato agli argomenti che tu hai scelto di inviare, è molto probabile che la mail superi il filtro anti-spam e giunga a destinazione. Molte e-mail non portano risultati, non perchè non sono lette, ma perchè spesso considerate spammose e bloccate nel processo di ricezione.

Quindi, attraverso la segmentazione riusciamo ad inviare mail soltanto ai contatti  che sono realmente sono interessati e che: ci faranno registrare tassi di consegna efficienti, ridurre anche i costi e soprattutto evitare di essere etichettati per sempre come SPAM. Inoltre, non tralasciamo l’importanza di poter inviare una informazione personalizzata, al posto di una generica. Perfino il tuo utente darà maggior valore alla tua mail e involtontariamente aumenterà la fiducia verso il tuo brand, il trust, e in futuro sarà più propenso agli acquisti. Questo implica per la tua azienda un fututo aumento delle vendite e del ROI.

Come fare segmentazione mail e cosa segmentare?

Le variabili da prendere in considerazione per segmentare al meglio il ricco database possono essere molteplici, vediamo alcune insieme. Si possono etichettare i contatti, in base a:

  • lo Stato, la condizione nella quale si trova il nostro contatto;
  • Contatto freddo, un contatto che non è stato ancora contattato, che ovviamente è diverso da chi ha già ricevuto mail da parte tua;
  • Contatto caldo, tutti quelli che hanno ricevuto già un contatto;
  • Chi richiede un contatto, cioè colui che ha fatto esplicita richiesta di essere contattato da parte tua. A questo tipo di contatto è bene prestare la massima attenzione possibile;
  • Chi ha realizzato un acquisto,  che va  fidelizzato per indurlo ad un nuovo acquisto nel futuro
  • Chi ha lasciato un feed positivo/negativo,  avere un feedback da parte di un cliente è un’ottima opportunità per riconoscere i propri punti di forza o di debolezza;
  • Uso e visite, in base al comportamento che l’utente ha quando vista il tuo sito, tenendo conto, ad esempio, del tempo di visita, di quante volte torna a cercarti e per cercare cosa?
  • Chi genera una o più microconversioni
  • Reazione all’Opt-in, come l’utente reagisce alla richiesta di conferma
  • Chi non apre la mail, è un benchmark molto utile per verificare possibili cambi o miglioramenti delle nostre comunicazioni:
  • Chi risponde alle mail, è un segmento graditissimo, ma è da tenere ben presente anche in questo caso un particolare:

Per aumentare l’efficacia delle tue mail devi tener conto di tante variabili, queste che abbiamo appena elencato sono solo alcune delle tante, che ti porteranno ad ottenere la tua segmentazione. Se fatta in modo corretto, sarà il tuo punto di forza, per dare maggior valore alle tue comunicazioni, con lo scopo principale di acquisire nuovi clienti, e aumentare il tasso di conversione. Utilizza al meglio il tuo database dei contatti, non perdere l’opportunità di fare centro!

 

Web Marketing