Google Plus come strumento di marketing: potenzialità e consigli


Qualche mese fa sono stati pubblicati alcuni studi che dimostrano come di fatto i link condivisi su Google plus non abbiano alcun impatto SEO.
In questo articolo dimostreremo invece come questo risultato possa essere in parte smentito, soprattutto quando le ricerche sui motori di ricerche vengono “personalizzate”.

Personalizzazione dei risultati
L’impatto SEO più evidente si ha con la personalizzazione dei risultati, se qualcuno infatti ci sta seguendo su Google+, la probabilità di trovare i nostri link nelle chiavi di ricerca sarà molto alta. Parliamo di un forte impatto: un 12º risultato può anche arrivare al secondo o al primo posto nelle SERPs. Per avere una visione completa della faccenda, dobbiamo tenere conto del fatto che i link pubblicati su Google plus non influenzeranno esclusivamente le ricerche dei nostri followers ma anche di tutti quelli che seguono chi ha espresso un apprezzamento (+1). Sembra inoltre che questi risultati positivi influenzino anche i contatti Gmail. È chiaro allora come, riuscendo a costruire un discreto pubblico, i nostri contenuti voleranno sul Web.

Google Hummingbird
Un segnale a favore dell’ipotesi che Google plus è, e diventerà ancora più in futuro, una chiave essenziale per il SEO, viene dal nuovo algoritmo Google Hummingbird, il cui scopo non è soltanto, come credono in molti, l’elaborazione delle query in un linguaggio più naturale per rendere le ricerche più a dimensione uomo. Google Hummingbird infatti è una riscrittura completa della piattaforma dei motori di ricerca di Google che consentirà, al motore di ricerca, di migliorare il processo di collegamento tra i diversi segnali provenienti da piattaforme social. Tutto questo in effetti dimostra sia che fino ad ora i social sono stati un po’ bistrattati da Google, ma anche come essi rappresentino il futuro dei motori di ricerca.

Non possiamo dire attualmente se Google plus influenzi i risultati generici delle SERP ma sappiamo con certezza che influenza quelli personalizzati e che esso viene visto come il futuro di Google, lo dimostra ampiamente il fatto che questo social è in continua crescita ed è strategico per i piani di Google.

Qualche consiglio per usare al meglio Google+
Abbiamo detto che Google Plus è strategico per i piani di Google, questo significa che deve essere strategico anche per un qualunque progetto di web marketing che voglia ottenere un discreto successo.

Di seguito cinque preziosi consigli per chi si accinge ad utilizzare G+:
1. Attenzione alla foto del profilo: bisogna ricordarsi che la foto del profilo è la prima e più diretta presentazione che stiamo dando al pubblico della nostra società. Un’immagine perfetta dovrebbe essere in grado di attirare l’attenzione degli utenti e rispecchiare l’identità aziendale;
2. Testo: il messaggio è paragonabile alla descrizione meta tag nell’intestazione di un sito web. Google consiglia di inserire al massimo una decina di parole, descrizioni più lunghe potrebbero infatti essere tagliate. Il campo di introduzione deve essere una sintesi di contenuti in grado di offrire una panoramica della società, dei suoi prodotti e, al limite, anche mission ed obiettivi aziendali. Questi campi vengono indicizzati da Google, per questo motivo è d’obbligo utilizzare le keywords adeguate;
3. Promuovere il profilo: è fondamentale inserire il pulsante +1 in tutte le pagine aziendali, in modo da permettere ai visitatori di connettersi al profilo G+ con un solo click;
4. Giochiamo con le immagini: come sappiamo la grafica di Google è minimalista, aggiungendo delle belle immagini della società o attività, saremo in grado di rendere la pagina più attraente agli occhi dei visitatori;
5. Promuovere il marketing all’interno dell’azienda: coinvolgere i collaboratori chiedendogli di pubblicare contenuti (come foto e video) sulla pagina di Google Plus, contribuirà ad offrire agli utenti un visione più pluralista della società e a creare una comunità più fiorente. Inoltre sarebbe un’ottima cosa condividere la pagina Google + con tutti i dipendenti in modo che possano aggiungere la pagina alle loro cerchie ed ottenere sempre +1 per aumentare la propria visibilità online.
Profili ricchi di parole chiave, supporti colorati ed un team di social media marketing dedicato può aiutare a garantire che Google Plus diventi uno strumento di marketing eccezionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *