Firefox introduce le social API per la nuova versione del browser libero.


Pochi giorni fa, Mozilla ha annunciato il rilascio dell’innovativa social API di Facebook per Firefox. Il nuovo componente aggiuntivo del browser open source permetterà di tenere costantemente sotto controllo la nostra vita sociale, a prescindere dal sito o dalla pagina web in cui stiamo navigando.

social api di facebook per firefox

Per installare Facebook Messenger (che non ha niente a che vedere con il Messenger di Microsoft) basta scaricare la versione più recente di Firefox, avviarla, visitare la pagina dedicata all’applicazione e fare click su attiva. In men che non si dica, sulla parte alta della barra di navigazione comparirà il classico menu di Facebook, con tanto di sezioni “amici”, “messaggi”, “notizie” e naturalmente, estesa, ma non invasiva, la chat live con la lista di tutti i nostri contatti e delle loro attività.

Introduco una parentesi per i più attenti alla privacy che si staranno già chiedendo se l’applicazione registra tutte le mosse on line e ci ruba i dettagli della nostra vita privata; di seguito, le rassicuranti notizie della sala stampa Mozilla: “la Social API di Firefox è pensata per mantenere più facilmente i contatti con il mondo, ma non influisce sulle impostazioni di privacy né permette ai siti social di vedere cosa si sta facendo sul web, a meno che non si decida di condividerlo”. 

Il vice presidente di Firefox Engineering, Johnathan Nightingale, annuncia l’innovazione come un cambiamento della filosofia aziendale frutto di studi approfonditi sui comportamenti dei navigatori che, dai risultati emersi, sembrano essere costantemente connessi ai social network. Se intervistiamo i bambini – ma anche gli adolescenti – sull’uso del computer, la maggior parte di loro intende “Facebook” come unico canale di riferimento per ricerche, divertimento, tempo libero, ma anche per studi e approfondimenti scolastici. Un dato sconcertante se proviamo a catapultarci ad ampie vedute nel futuro e a immaginare i comportamenti e gli stili di vita delle prossime generazioni.

La prima social api è stata dedicata a Facebook, ma presto – assicura Nightingale – saranno disponibili nuove versioni che supportano gli altri network. Una manna per i social media specialist che fino ad ora, per gestire i numerosi account senza spendere e spandere in programmi più o meno utili, dovevano arrendersi all’idea di spostarsi il più velocemente possibile tra una finestra e l’altra, talvolta rendendo le cose difficili anche ai computer più prestanti.

Il nuovo Firefox, insomma, oltre a facilitare tecnicamente l’esperienza d’uso dei suoi utenti, mira a diventare qualcosa di più di un semplice strumento di navigazione: un vero e proprio mezzo di comunicazione.

Ce la farà il nostro browser libero a rivoluzionare la sua natura? Tu cosa ne pensi, hai già installato Facebook Messanger?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *